Tumori della provincia di Caserta in cifre

 

I dati relative alle patologie oncologiche, rilevati in provincia di Caserta per il periodo 2008 - 2013 così come registrati dagli operatori formati, secondo regole internazionali e validati dall’Associazione Italiana dei Registri Tumori "AIRTUM", sono oggetto della dettagliata Monografia " Rapporto 2019", di cui di seguito, suddivisa per tipologia di dati, si riporta una sintesi.

Così come per il precedente rapporto, l’uniformità delle regole di registrazione adottate ha consentito non solo il confronto dei tassi di incidenza e mortalità con realtà esterne alla provincia, ma anche di arricchire la nuova pubblicazione, con confronti territoriali più dettagliati e informazioni inerenti la “sopravvivenza” e la “prevalenza” oncologica.

 Seleziona il tipo di dati da visualizzare


Nel corso del periodo 2008-2013, in provincia di Caserta sono stati diagnosticati 25.554 nuovi casi di tumore: 14.218 tra gli uomini (pari al 55,6%), 11.336  tra le donne (44,4%). Il numero medio di tumori maligni per anno è risultato pari a 4.259 (2.370 tra gli uomini e 1.889 tra le donne), cioè circa 5 nuovi casi di tumore all'anno ogni 1000 maschi e 4 nuovi casi all'anno ogni 1000 donne, tra i residenti in provincia.

I tassi grezzi di malattia sono risultati pari a 541,4 casi ogni 100.000 abitanti tra gli uomini e 410 casi ogni 100.000 abitanti tra le donne.

 I tassi standardizzati sono risultati, invece, pari a 479,8 casi ogni 100.000 abitanti tra gli uomini e a 331,4 casi ogni 100.000 abitanti tra le donne.

Complessivamente, possiamo stimare che la probabilità di contrarre la malattia nel corso della propria vita per i residenti in provincia di Caserta sia di poco inferiore al 33% per gli uomini e al 24% tra le donne  ovvero 1 uomo ogni 3 ed 1 donna ogni 4, andranno incontro nel corso della loro vita ad una diagnosi di tumore maligno, mentre in Italia il rischio sale a 1 uomo su 2 e ad 1 donna su 3 (Pool Airtum 2007-2010 e Pool AIRTUM 2010-2014).

Per quanto concerne la valutazione dell'andamento nel tempo dei tumori maligni, pur nei limiti di una valutazione effettuata sull’intero “complesso dei tumori” (ovvero tutti i tumori maligni escluso i tumori cute “non melanoma” ) e su un “numero limitato di anni”, osservando i trend, si può desumere un lieve decremento, non statisticamente significativo, sia dell'incidenza dei tumori nel sesso maschile sia della mortalità in entrambi i generi, mentre risulta significativamente in aumento l’incidenza complessiva dei tumori femminili (+1.8% annuo).

Il trend in aumento dei tumori tra le donne è ascrivibile agli incrementi statisticamente significativi delle diagnosi di tumore della mammella, della tiroide e del melanoma cutaneo mentre aumenti più contenuti (non statisticamente significativi) si registrano, sempre per il sesso femminile, per i tumori del polmone, della vescica, del pancreas, dei mielomi, dei linfomi e delle leucemie.

Riguardo, invece, l’andamento della mortalità, non si evidenziano, negli anni in esame, modifiche significative del trend, in entrambi i sessi.



Quali sono i tumori più frequenti in provincia di Caserta?

I tumori più frequentemente diagnosticati in provincia di Caserta (incidenza), nel periodo 2008-2013, sono risultati essere :

·     tra gli uomini, i tumori del polmone (18% del totale dei tumori maschili), seguiti dai tumori della prostata (14%), della vescica(14%) ( e comprende i tumori maligni (7,2% ) e benigni  (6,4%) ), del colon retto (12%) e del fegato (6%);

·     tra le donne, i tumori della mammella (28% del totale dei tumori nel sesso femminile), seguiti dai tumori del colon e del retto (12%), dell'utero (corpo e cervice) (7%), della tiroide (5,3%), del polmone (4,8%) e dai linfomi (4,6%).

 

Confronti nel territorio


Per il complesso di “tutti i tumori”, i tassi di incidenza ci consentono di rilevare differenze degne di nota all'interno del territorio dell’ASL di Caserta, in particolare :

- tra gli uomini si rilevano tassi più elevati, rispetto ai valore provinciali, nel distretto 20 di Casal di Principe e nel distretto 16 di Marcianise, con eccessi statisticamente significativi di tumore della laringe e del polmone, per entrambi i distretti, e dei tumori di stomaco e rinofaringe per il solo distretto di Marcianise e tumori del fegato e tiroide nei comuni del distretto di Casal di Principe.

- tra le donne si osservano, invece, un eccesso del tasso di incidenza nel distretto 22 di Capua, ascrivibile prevalentemente ai tumori della mammella e del corpo dell’utero.

In entrambi i generi, si rileva, invece, la minore incidenza nel distretto 15 di Piedimonte Matese.

play
  • Confronto tra distretti sanitari, dei tassi di incidenza standardizzati
  • Confronto tra distretti sanitari, dei tassi di incidenza standardizzati

Mappa dei rischi per Comune


Le mappe dei rischi per comune e l'analisi indipen­dente di aggregazioni (cluster) di comuni a rischio “significativo”, confermano che nel sesso maschile si rileva un'area a maggiore rischio comprendente i distretti di:

Capua, Aversa, Santa Maria Capua Vetere, Casal di Principe, Lusciano e alcuni comuni dei distretti di Marcianise e Mondragone, 

mentre è evidente un minore rischio nel nord della provincia.

Nel sesso femminile si rileva un'area a maggiore rischio comprendente i distretti di:

Caserta, Marcianise, Succivo, Aversa e alcuni comuni dei distretti di Santa Maria Capua Vetere e Maddaloni, 

mentre si conferma essere a minore rischio la restante porzione del territorio provinciale.

play
  • Mappa dei rischi di tumore per Comune con cluster ALTO RISCHIO
  • Mappa dei rischi di tumore per Comune con cluster ALTO RISCHIO